Item List

Anna Gentile

Ciao!😇
Sono Anna Gentile, ho 20 anni e frequento il secondo anno di Beni Culturali.

Per me l'università è prima di tutto un luogo dove condividere le nostre passioni e l'amore verso quello che studiamo, è socialità e luogo di aggregazione.

Ho scelto di candidarmi per partecipare attivamente alla vita universitaria e per rendere il nostro dipartimento un luogo migliore di quanto già non lo sia e per aiutare tuttǝ quellǝ studentǝ che si trovano in difficoltà, come sono stata aiutata io quando ero una matricola!

Mi candido con UNITiN perché l'ho trovata fin da subito un'associazione inclusiva e aperta a tuttǝ, piena di ragazzǝ con tanta voglia di fare e prontǝ a mettersi in gioco per migliorare la nostra Università.🧡💙

Placeholder Image

Elisa Martini

Ciao! Sono Elisa Martini, del terzo anno di Lettere Moderne.

Ho iniziato l’università a settembre 2020, ancora in tempo di pandemia, e so cosa significa non poter vivere appieno un’esperienza così stimolante a livello umano, oltre che formativo.

Mi candido per poter fare la differenza, perchè credo che il potenziale all’interno del Dipartimento di Lettere ci sia e meriti solo di poter essere espresso e condiviso con più persone possibili.
La mia candidatura con UNITiN avviene per poter cambiare, in meglio, l’Università di Trento grazie all’ascolto e il dialogo fra le sue componenti, sempre tenendo in considerazione pareri differenti e con la volontà di venire incontro a esigenze diverse.

Elisa Saccardo

Francesco Rossi

Ciao, sono Francesco Rossi, 24 anni, frequento l'ultimo anno del corso magistrale di Scienze Storiche.

La rappresentanza per me è sempre stata un ambito affascinante, e sempre sono stato convinto della sua importanza, per costruire un'università che soddisfi i bisogni delle diverse componenti. Spesso ho scelto di lasciare ad altri questo ruolo, preferendo collaborare con loro da dietro le quinte, ma penso sia arrivato il momento di contribuire più attivamente e mettere a frutto l'esperienza acquisita in questi anni.

Per questo mi candido, sperando di poter dare un apporto costruttivo e consapevole nel migliorare il nostro dipartimento.

Placeholder Image

Johnny Gretter

Ciao gente! 💪🏻
Sono Johnny Gretter, all’ultimo anno della magistrale di Filologia e Critica letteraria.
Poco meno di due anni tra i rappresentanti del Dipartimento e ancora non mi sono stufato: così oggi torno a chiedere il vostro sostegno. Ma perché continuare a impegnarmi con la rappresentanza, quando è quasi arrivata la fine del mio percorso di studi?

Perché credo che sia giusto lasciare un’Università ancora più bella alle studentesse e agli studenti che si iscriveranno nei prossimi anni. Perché, nonostante due fruttuosi anni di mandato, rimane ancora molto lavoro da fare e spazio per crescere. Perché è bello poter ricambiare l’amicizia che mi accordano compagni e compagne di corso lavorando per loro. Perché in due anni ci ho preso gusto a questa cosa della rappresentanza.

Infine, perché c’è sempre bisogno di persone che ascoltino i problemi di chi studia all’università, che portino le loro istanze e facciano sentire la loro voce. E mi piacerebbe essere ancora una di queste persone.🧡💙

Placeholder Image

Stefania Loiudice

Ciao a tuttə, sono Stefania Loiudice, studentessa di Studi storici e filologico-letterari.
Due anni dopo, here we are again a dirvi un po' di me.

Ognuno ha la sua parte in questa grande scena e il più delle volte si può esattamente scegliere da che parte stare, anche quando si è di passaggio: perché possiamo dare tanto a questo ateneo, perché si può cadere, rialzarsi e tornare a camminare, perché nessuno resta indietro, perché la nostra voce conta, perché si può cambiare.
E non è solo studiare, non sono solo esami, ma è provare, qualche volta, a guardare un po' più in là dei propri confini.
Vivere davvero l'università è una delle migliori strade che avrei mai potuto percorrere e, magari, rallentando e accelerando ogni tanto, la ripercorrerei di nuovo tutta.

Conoscere la mia voce: questo ho imparato dall'università; che esistono alternative, esistono possibilità e tante vie percorribili, tante sfumature da cogliere, per sé stessi e per gli altri.
Non si cresce mai soli: questo ho imparato da Trento; si cresce in relazione alle realtà, alle persone, ai rapporti, perché qualunque cosa accada, piccola o grande, poi inizia a far parte di te.
Ad essere rete: questo ho imparato dai libri; trattenere ciò che dentro di me più riesce a prendere forma, fino a plasmarlo fuori da me per inseguire il mio sguardo in più sul mondo.

Mi candido al consiglio di Dipartimento per rappresentare tutto questo, per dare una mano a chi sta percorrendo proprio questa strada, la sua strada.
Mi candido con UNITiN, perché è una bellissima storia e come ogni storia ha una trama che, una volta iniziata, poi esiste per sempre.

22 e 23 novembre, a Trento,